L'OMS dichiarerà il disturbo del videojugroup come una malattia dal 2018

I videogiochi sono una forma di intrattenimento che è arrivata nella nostra società insieme alle nuove tecnologie. Videogiochi e computer offrono ai bambini l’opportunità di immergersi in avventure online che a volte finiscono per portare a un abuso di questi sistemi. Infatti, ci sono pochi bambini, e anche adulti che sviluppano patologie derivate da loro.

Infatti, dal prossimo anno l’Organizzazione Mondiale della Sanità l’OMS, prenderà in considerazione i disordini prodotti da il videogioco come una vera malattia e lo includerà nella Classificazione Internazionale delle Malattie di questo organismo. Riconoscimento degli effetti negativi che questi articoli hanno sui bambini quando vengono violati.

Uso improprio di nuove tecnologie

L’OMS descrive il disordine dei videogiochi come l’atteggiamento che i bambini hanno quando fanno un uso ricorrente e abituale di questi prodotti. I minori presentano una dipendenza da questa forma di intrattenimento e non sono in grado di trovare altre alternative per divertirsi. Questi comportamenti derivano da un uso improprio di queste tecnologie come affermano da questa organizzazione.

L’intenzione è, come indica Vladimir Poznyak capo del Dipartimento di salute mentale e abuso di sostanze dell’OMS , nella rivista New Scientist, ottenere professionisti in tutto il mondo per riconoscere che i videogiochi possono avere gravi conseguenze per la salute. Allo stesso tempo sottolinea che dobbiamo distinguere tra l’uso normale di queste tecnologie, un uso problematico e la dipendenza.

Poznyak sottolinea che il normale utente di videogiochi non presenta alcun problema a questo riguardo. Il membro dell’OMS sottolinea che può iniziare a parlare di disordine quando l’uso di queste tecnologie produce un significativo deterioramento in alcune aree delle carenze minori o visive dalla costante esposizione agli schermi o dall’incapacità di decollare delle videoconsole, esprimere rabbia se questa opzione è suggerita.

Educare all’uso responsabile

Come spiega Poznyak, l’utente medio di videogiochi non presenta nessuno di questi problemi. È a causa dell’abuso di queste tecnologie quando compaiono questi disturbi, per evitare loro niente di meglio che educare all’uso responsabile:

1. Gioca con loro Giocare con tuo figlio, oltre ad essere una buona scusa per trascorrere del tempo insieme, è un modo per controllare il contenuto dei videogiochi con cui i bambini trascorrono il loro tempo.

2. Stabilire regole e limiti. Invece di proibire l’uso di videogiochi per bambini, è necessario definire standard, spiegare le conseguenze della non conformità ed essere coerenti nella loro applicazione. In questo modo, progressivamente, il bambino acquisirà l’autocontrollo.

3. Usa il controllo parentale Per evitare contenuti inappropriati, come i videogiochi violenti, è una buona idea chiedere informazioni sul prodotto da acquistare dai gestori dei negozi e guardare i riferimenti del sistema PEGI. Inoltre, se la console lo consente, l’accesso a determinati materiali con Parental Control potrebbe essere limitato.

4. Familiarizzare con le nuove tecnologie. I videogiochi possono essere un modo divertente per genitori e figli di prendere insieme nuove tecnologie, leggere un po ‘di notizie e cercare di essere consapevoli di molti problemi.

5. All’aperto sopra lo schermo. È ironico che molti bambini praticano sport sui loro schermi invece di praticarli. Quando possibile, dovresti dare la priorità al divertimento all’estero invece che a casa.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *