Categoria: Casa e arredamento

Le offerte sui divani in pelle

divaniParlando di divani in pelle offerte, non è possibile non citare Ikea, è leader degli arredi a sofà ikea prezzo contenuto. Non c’è bisogno di distinguere tra moderni divani in pelle o similpelle se stiamo valutando Ikea. Nell’attenta ricerca di un divano per il nostro salotto ci potremmo perdere tra le centinaia di proposte in mercato. Perciò è necessario valutare i modelli che c’interessano marchio per marchio. Parlando di divani in pelle offerte, possiamo certamente dire che tra le aziende made in Italy di maggior successo c’è sicuramente Poltrone&Sofà. Come già accennato sopra, parlando di divani in pelle offerte, Chateau d’Ax presenta prodotti secondo la tradizione artigianale italiana, con cura dei dettagli e qualità dei materiali. In un articolo che parla di divani in pelle offerte, non è possibile non citare i modelli economici. Il mercato contemporaneo è molto vario e offre centinaia di soluzioni diverse. Acquistare un divano in pelle costa mediamente qualcosa in più rispetto all’acquisto di un divano in tessuto. Tuttavia è possibile acquistare un rivestimento in ecopelle o approfittare delle tante promozioni del mercato.

divani

Infatti – con il passare degli anni – il divano perde la sua lucentezza, ingiallendosi inesorabilmente. Per fortuna c’è una soluzione. Inumidisci un panno pulito, strizzandolo bene, in una bacinella con dell’acqua calda. Spruzzaci sopra un detergente per smacchiare e passalo energicamente sul divano fino a quando il giallognolo della pelle scomparirà. Prendi un altro panno bagnato di sola acqua e inizia a “sciacquare”. Alla fine la pelle del tuo divano passerà da un triste e usurato giallognolo a un lucente bianco. Nei divani di pelle scuri, neri o colorati masoprattutto rossi, la polvere è particolarmente evidente. Come pulire il divano in pelle rosso è una domanda che assilla chiunque ne abbia uno. E’ necessario passare con particolare attenzione l’aspirapolvere. Estrema cura va posta, in particolare, nell’evitare di stressare le cuciture. Passa un panno umido e – in seguito – una pezzetta immersa in acqua e detersivo. Il detersivo in questo caso deve essere scelto fra quelli dedicati appositamente ai divani in pelle colorata. La rifinizione può essere applicata su pelli pieno fiore (nelle quali si può vedere la superficie naturale del pellame) o su pelli smerigliate. Le pelli smerigliate si ottengono tramite la carteggiatura di pelli pieno fiore con una macchina apposita. Vengono usati diversi tipi di carta vetrata a seconda del bisogno: ad esempio grana 180 per pelli di bassa qualità, 600 per pelli più belle. Questa operazione si effettua su pelli con molti difetti al fine di eliminarli, pertanto le pelli smerigliate hanno un valore inferiore. Per migliorare la qualità delle pelli, viene spesso applicato uno stucco. Questo stucco, chiamato Mender, si applica a spatola per coprire i difetti che lasciano un segno profondo sulle pelli. Quando sono asciutte, le pelli vengono poi smerigliate e rifinite. Questa è la procedura normalmente utilizzata nelle concerie. Noi utilizzeremo lo stesso sistema per rinnovare la rifinizione delle pelli. LEGGERMENTE SMERIGLIATO (SFIORATO): pelli smerigliate con carta fine. Il fiore in superficie è ancora parzialmente visibile. SMERIGLIATO: pelli smerigliate in modo tale che il fiore non sia più visibile.

divano

Ci sono due grandi verità sui divani in pelle: sono tanto belli e sono altrettanto facili da sporcare. È bene quindi avere sempre a portata di mano una guida che spieghi come pulire il divano in pelle da ogni tipo di macchia. Qui di seguito troverai dei suggerimenti senz’altro utili. In generale, per pulire un divano in pelle chiara devi utilizzare un panno morbido. Se lo sporco è secco e si tratta di briciole, polvere o simili, puoi passarci delicatamente l’aspirapolvere. Delicatamente però, senza strofinare, altrimenti potrestigraffiare la superficie. Ci sono diversi divani in pelle e, quindi, diversi sono i metodi di pulizia. Proviamo a vederne alcuni. Nonostante ogni divano in pelle sia un caso a sé stante, si possono trovare alcuni consigli generali su come pulirlo. Innanzitutto, è consigliabile eseguire una pulizia completa e accurata del divano almeno due volte l’anno. In questo modo non perderà la sua lucentezza. Prima di usare il prodotto specifico sull’intera superficie del divano, va testata una piccola porzione, possibilmente poco in vista. In questo modo, ti puoi assicurare che non danneggerà la pelle.

  • Audio CD
  • 07/07/2014 Poltrone alzapersona
  • Pulizia sedili in pelle e trattamento per ammorbidire
  • 10 divani letto per il living

Ricordate che il divano in pelle offre un aspetto un po’ vintage alla stanza in cui viene inserito, sceglietelo quindi solo se non stona in modo eccessivo con il resto dell’arredamento che avete scelto. L’arredamento della vostra taverna è stato realizzato sullo stile delle vecchie case di montagna? Non vi resta allora che scegliere un divano con struttura in legno a vista accompagnato poi da morbidi cuscini. I cuscini devono essere rivestiti in cotone, scegliete un colore neutro oppure una fantasia a quadretti che sia però davvero molto delicata. Ricordate che potrebbe esservi utile un divano letto nella vostra taverna. Un divano letto a due posti si trasforma in un letto piuttosto piccolo, è vero, ma si tratta comunque di un’ottima soluzione per ospitare un amico o un parente in caso di bisogno. Considerando che la taverna potrebbe essere piuttosto umida vi consigliamo di posizionare le lenzuola nel divano letto solo al momento del bisogno, rimanendo chiuse infatti nel divano per troppo tempo potrebbero alla fine arrivare a rovinarsi. In alternativa al divano letto potete scegliere un divano con spazio contenitivo all’interno, in questo modo avete uno spazio in più per tenere sempre a portata di mano tutto ciò di cui avete bisogno mantenendo la taverna in estremo ordine.

Novità: le capsule compatibili nespresso ginseng

Novità: le capsule compatibili nespresso ginsengSono state lanciate sul mercato le capsule nespresso compatibili ginseng, sono capsule di caffè con ginseng e compatibili con la macchina Nespresso.Con le capsule compatibili Nespresso Ginseng  avrai la comodità di ricevere direttamente a casa tua le capsule di caffè che preferisci: con un semplice clic, potrai effettuare un’ordinazione on-line e ricevere le tue capsule nespresso ricaricabili direttamente a casa tua.

Nelle confezioni trovi le capsule vuote e le pellicole di alluminio. Non è difficile riempire il contenitore con il caffè: basta usare un cucchiaino e con un po’ di manualità riesci anche a non sporcare. Nella pratica non è molto diverso dal riempire un filtro di una piccola moka. È abbastanza semplice anche attaccare la pellicola adesiva per chiudere le capsule, ma bisogna essere precisi e chiudere bene i bordi per non permettere alla polvere di uscire.


Non abbiamo riscontrato problemi di funzionamento con la macchina Nespresso anche se alcune volte può capitare che queste capsule non vengano espulse agevolmente.
Ci sono due modi per riempire le self cap: senza premere il caffè oppure schiacciandolo all’interno con il dorso di un cucchiaino. La scelta dipende dai tuoi gusti. Se preferisci un caffè più leggero non pressarlo, se ti piace più forte premilo bene. I nostri volontari hanno provato a bere il caffè in entrambi i modi anche aromatizzato. Il risultato è sempre lo stesso: il caffè preparato con le capsule compatibili Nespresso è più buono.

Economiche

Il costo totale (cioè caffè + confezione) per una self cap fai da te è di 0.27 centesimi. Una capsula Nespresso originale costa in media 0,37 centesimi mentre i tipi decaffeinati, lungo e pure origine arrivano anche a 0,39 – 0,41 centesimi.
Una confezione con 50 self cap e pellicole costa 9.99 euro. Una confezione di caffè macinato per macchina espresso costa in media 15,42 euro al chilo (3,86 euro per la confezione da 250 grammi). Noi l’abbiamo provato con il caffè macinato Illy espresso 100% arabica, più costoso rispetto alla media: 25,76 euro al chilo cioè 6,44 euro per la confezione da 250 grammi.
In pratica, con le capsule fai da te con un caffè macinato medio si risparmia circa il 25% rispetto alla capsula originale; se si sceglie una polvere più costosa come Illy, il risparmio scende a poco più del 10%.

Ecologiche

Al momento la direttiva europea non riconosce le capsule per il caffè come riciclabili perciò, anche se sono fatte in plastica con pellicola in alluminio, non possono essere smaltite nella raccolta differenziata.
Non si può nemmeno riutilizzate perché ogni volta che si fa il caffè la pellicola di alluminio si buca e non si potrebbero quindi richiudere.
In generale, però, bisogna dire che nessuna capsula è amica dell’ambiente: si producono molti rifiuti in un tempo breve.
Per l’ambiente quindi la scelta migliore è la moka con il caffè sfuso

Ma su un forum un utente si domanda a cosa servono le capsule nespresso compatibili riempibili ?
http://forum.alfemminile.com/forum/matern2/__f272006_matern2-Macchina-del-caffe-nespresso-amour.html

Fammi capire: uno si compra una macchina a capsule per non dover più usare il caffè macinato, non doversi preoccupare di raccogliere quello che cade, di pulire la macchina, insomma, di togliersi di mezzo tutti i problemi che danno le macchine tradizionali, e poi dovrebbe andarsi a comprare delle capsule da caricare col caffè macinato? Mi sembra una vera idiozia…
Se vuoi usare il caffè macinato, ti compri una macchina tradizionale