Ciao amigos videoachat e chat italia.

Facile e rapida per vedere e chattare con persone italiane.

Ciao amigos videoachat e chat italia.Quante volte avete avuto il desiderio di entrare in una chat italia per conoscere amici o anche solamente per passare un po’ di tempo ma ci avete rinunciato per via dell’articolata modalità di registrazione?
Infatti, quasi tutte le piattaforme chat e video chat, chiedono all’utenza di iscriversi per poi essere accreditata per poter accedere ai loro servizi.
Sostanzialmente non è una impresa impossibile ma, talvolta risulta essere complicata. Si deve scegliere un user ID (nick name), lasciare le indicazione della propria e-mail ed attendere che arrivi una comunicazione (quasi sempre automatica) da parte della piattaforma che chiede la riconferma dell’intenzione di iscriversi alla chat e, successivamente, attendere l’invio della password da parte della stessa piattaforma laddove il sistema non preveda la possibilità che sia l’utente stesso a crearne una sua.
Per carità, nulla di troppo difficoltoso ma immaginate di doverlo fare con uno smartphone e di non essere poi così abili nel destreggiarsi tra pagine web aperte, software di posta elettronica ect…, è chiaro che vi passi la fantasia di farlo.
Differente è il poter chattare e video chattare su di una piattaforma che abbia l’opzione di potervi far entrare senza alcuna registrazione ma solamente scegliendo un vostro nick name per differenziarvi dagli altri utenti già online: non è più facile e rapido?

Un modo nuovo per conoscere persone del tuo stesso paese e regione.

E’ noto il fatto che la chat e la video chat è un modo nuovo per relazionarsi con gli altri e, grazie all’avvento della rete e alla diffusione capillare dei device che consentono di muoversi all’interno di internet, questo sistema ha mutato gli scenari di una precedente forma di socializzazione che non poteva che realizzarsi in altro modo.
Oggi, grazie alle conquiste di strumenti sempre più perfezionati (è sufficiente pensare agli smartphone di ultima generazione 4G), maneggiare la rete risulta essere una cosa più che normale, tanto da considerarla come un’abitudine e non come una eccezione.
In questo contesto la modalità di conoscere persone si è trasformata agevolando contatti che prima di internet, sarebbe stato problematico (se non addirittura impossibile) avere.
La chat è un sistema che consente l’avvicinamento di persone che possono nutrire gli stessi interessi o che abbiano reciproche affinità. E’ il caso di persone che usano la video chat gratis per conoscersi con l’obiettivo di stabilire una relazione, a volte solamente occasionale, attraverso la quale soddisfare la propria esigenza di conoscenza.

E’ ai nostri tempi, uno strumento utilizzato per favorire gli incontri di persone che cercano di ampliare il loro raggio di conoscenze e di amicizie. Grazie a chat e a video chat sono nati amori, storie con occasionali partner, conoscenze trasformatesi poi in solide amicizie e tutto questo attraverso un semplice cellulare, entrando in una video chat gratis senza registrazione. Non male per crearsi dei propri spazi alternativi.

Novità: le capsule compatibili nespresso ginseng

Novità: le capsule compatibili nespresso ginsengSono state lanciate sul mercato le capsule nespresso compatibili ginseng, sono capsule di caffè con ginseng e compatibili con la macchina Nespresso.Con le capsule compatibili Nespresso Ginseng  avrai la comodità di ricevere direttamente a casa tua le capsule di caffè che preferisci: con un semplice clic, potrai effettuare un’ordinazione on-line e ricevere le tue capsule nespresso ricaricabili direttamente a casa tua.

Nelle confezioni trovi le capsule vuote e le pellicole di alluminio. Non è difficile riempire il contenitore con il caffè: basta usare un cucchiaino e con un po’ di manualità riesci anche a non sporcare. Nella pratica non è molto diverso dal riempire un filtro di una piccola moka. È abbastanza semplice anche attaccare la pellicola adesiva per chiudere le capsule, ma bisogna essere precisi e chiudere bene i bordi per non permettere alla polvere di uscire.


Non abbiamo riscontrato problemi di funzionamento con la macchina Nespresso anche se alcune volte può capitare che queste capsule non vengano espulse agevolmente.
Ci sono due modi per riempire le self cap: senza premere il caffè oppure schiacciandolo all’interno con il dorso di un cucchiaino. La scelta dipende dai tuoi gusti. Se preferisci un caffè più leggero non pressarlo, se ti piace più forte premilo bene. I nostri volontari hanno provato a bere il caffè in entrambi i modi anche aromatizzato. Il risultato è sempre lo stesso: il caffè preparato con le capsule compatibili Nespresso è più buono.

Economiche

Il costo totale (cioè caffè + confezione) per una self cap fai da te è di 0.27 centesimi. Una capsula Nespresso originale costa in media 0,37 centesimi mentre i tipi decaffeinati, lungo e pure origine arrivano anche a 0,39 – 0,41 centesimi.
Una confezione con 50 self cap e pellicole costa 9.99 euro. Una confezione di caffè macinato per macchina espresso costa in media 15,42 euro al chilo (3,86 euro per la confezione da 250 grammi). Noi l’abbiamo provato con il caffè macinato Illy espresso 100% arabica, più costoso rispetto alla media: 25,76 euro al chilo cioè 6,44 euro per la confezione da 250 grammi.
In pratica, con le capsule fai da te con un caffè macinato medio si risparmia circa il 25% rispetto alla capsula originale; se si sceglie una polvere più costosa come Illy, il risparmio scende a poco più del 10%.

Ecologiche

Al momento la direttiva europea non riconosce le capsule per il caffè come riciclabili perciò, anche se sono fatte in plastica con pellicola in alluminio, non possono essere smaltite nella raccolta differenziata.
Non si può nemmeno riutilizzate perché ogni volta che si fa il caffè la pellicola di alluminio si buca e non si potrebbero quindi richiudere.
In generale, però, bisogna dire che nessuna capsula è amica dell’ambiente: si producono molti rifiuti in un tempo breve.
Per l’ambiente quindi la scelta migliore è la moka con il caffè sfuso

Ma su un forum un utente si domanda a cosa servono le capsule nespresso compatibili riempibili ?
http://forum.alfemminile.com/forum/matern2/__f272006_matern2-Macchina-del-caffe-nespresso-amour.html

Fammi capire: uno si compra una macchina a capsule per non dover più usare il caffè macinato, non doversi preoccupare di raccogliere quello che cade, di pulire la macchina, insomma, di togliersi di mezzo tutti i problemi che danno le macchine tradizionali, e poi dovrebbe andarsi a comprare delle capsule da caricare col caffè macinato? Mi sembra una vera idiozia…
Se vuoi usare il caffè macinato, ti compri una macchina tradizionale

Bimbi e passeggino: quale scegliere

La navicella dei passeggini ha uno spazio interno spazioso e confortevole per il bambino, è pieghevole in modo che quando si effettua un viaggio o una volta che si smette di usarli è facile mantenere molto poco occupante. In terzo luogo, riflettere attentamente sulle opzioni. In decimo luogo, siete pregati di informarvi sul tipo di garanzia offerta dall’ impresa e anche dalla struttura www.miobimbo.it.

Vi dico davvero questo perché ho dei dubbi sul passeggino a scegliere e ne ho visti alcuni ma vorrei che mi diceste dalla vostra esperienza, quale scegliereste.

Può essere utilizzato come letto, culla in auto miobimbo (modulo Clip). La sedia Muum de Jané è considerata facile da guidare, in quanto è definita come una sedia leggera, compatta e versatile con grande capacità di movimento.

Si tratta di uno sviluppo importante, quindi vi parlerò più avanti. Coloro che non hanno molto tempo per andare a fare shopping possono trovare in questa directory informazioni sui negozi fisici e negozi online, per fare acquisti attraverso Internet. Nella categoria Passeggini troverete 1 prodotto del marchio Bambisol, uno dei migliori marchi di puericultura e settore bambini che giorno dopo giorno ci sorprendono con prodotti di alta qualità. Il telaio, con chiusura ad ombrello, è compatto, si chiude con una mano ed è in grado di stare da solo.

Il cestino porta tutto è di grandi dimensioni per contenere un sacco di cose, oltre ad avere un coperchio in tessuto a rete che si chiude attraverso una cerniera lampo.

Sapevate che quasi tutte le sedie a rotelle e i carrelli hanno il rivestimento facilmente asportabile per il lavaggio?

Questa sedia ha la versione Plus, che consiste della navicella rigida e del hammock fisso. potete vedere entrambi qui. La culla è morbida e pieghevole.

Ora, quasi sette anni dopo, questo modello migliorato ha nuove caratteristiche. Il prezzo dei passeggini Stokke è molto vario, in quanto ognuno ha le proprie caratteristiche specifiche. Vi mostriamo alcuni passeggini giocattolo bambola. Una lunga passeggiata o corsa che mamme e papà hanno sono un sacco di guardare avanti da un bambino che non riesce a trovare camminare così divertente, ma possono godere di una passeggiata rilassante. Questi passeggini si adattano ai bambini più grandi, che è ideale per voi. In generale, i tessuti dei passeggini Bebecar sono selezionati e curati.

Sono di alta qualità, resistono al passaggio dei chilometri e i più piccoli in casa tendono ad amarli. Ideale per le donne che camminano molto per la città, in taxi o autobus, perché sono molto facili da chiudere e portare sulle spalle. Nei negozi è possibile scoprire se essi offrono servizi di spedizione, se sono venduti per telefono, vendita in un negozio fisico o negozio online e conoscere le diverse forme di pagamento, come carta di credito, bonifico, in contanti alla consegna o PayPal. Sia nel cappuccio che nel coprigambe, cosa molto caratteristica di questa firma. Il cappuccio è extra grande. L’ ho adorato fin dal momento in cui posso vederlo. Quando si ha un bambino si trascorrono molte ore a spingere il passeggino in modo da tenere conto di una serie di indicazioni in modo da non sovraccaricare se stessi o addirittura farsi ferire. Questo permette una facile manovrabilità. L’ uovo Stroller è uno dei miei preferiti, perché permette tutto questo ti dicevo e ha anche stile.

Gli Stokke Strollers hanno una copertura anti pioggia, che crea un nido di protezione contro il vento e la neve. Questi passeggini e passeggini sono senza tempo. Entrambi possono essere utilizzati dalla nascita a 17 kg, reclinare alla posizione orizzontale e sono reversibili: possono essere posizionati rivolti in avanti o all’ indietro.

Adatto per bambini dai sei mesi di età e supporta senza problemi fino a 25 kg di peso. Ideale per bambini dai 3 anni in su, è un modello molto fresco in rosso. E per quanto riguarda il lavaggio… Molto vero quello che mi hanno detto: un po’ d’ acqua e sapone neutro, e risolto.

Pulizia: è possibile mantenere il passeggino sempre impeccabile in quanto è possibile rimuovere i tessuti da pulire con maggiore libertà. Navetta ELITE può essere utilizzato ovunque! Ho bisogno di un passeggino e un seggiolino auto adattativo per

10 consigli per scegliere l’asilo nido o la scuola materna

dieci consigli per scegliere un asilo nido a torino

10 consigli per scegliere l'asilo nido o la scuola maternaScegliere un Asilo nido  è una grande responsabilità per i genitori che sono separati dai loro figli per la prima volta. Il trauma della separazione del bambino è aggravato dalla preoccupazione per la cura che riceveranno. Per questo motivo, è necessario essere chiari sulle proprie priorità quando si sceglie un asilo nido o un asilo nido per i propri figli. Prendere la decisione giusta diventa una preoccupazione per la famiglia, che dovrà valutare quali fattori sono più importanti in quella scelta a seconda dell’organizzazione familiare. Le diverse opzioni che i genitori studieranno saranno determinate dalle loro priorità: la vicinanza del centro alla loro casa, la presenza di spazi verdi www.lisoladeitesori.com la formazione degli insegnanti, le misure di sicurezza del centro educativo, il tipo di progetto educativo, l’esborso economico che suppone, così come se è una scuola privata o concertata.

Linee guida per l’elezione dell’asilo nido o della scuola materna


Il passaggio dalla casa all’asilo o all’asilo dovrebbe essere fatto gradualmente e tenendo conto di una serie di considerazioni precedenti. Pertanto, la cosa importante quando si prende questa decisione è raccogliere informazioni sufficienti su vari asili o scuole materne. Per questo, è necessario prendere in considerazione una serie di fattori che li definiscono e segnano la futura scelta dei genitori:

1. Sicurezza dei bambini: i genitori vogliono che i loro figli siano in uno spazio sicuro, quindi è necessario consultare i regolamenti che sono in atto e controllare che l’asilo nido lo incontri: finestre con vetri infrangibili, porte con un sistema di sicurezza per evitare incidenti, piccoli oggetti e materiali tossici fuori dalla portata dei bambini, ecc.

2. Formazione degli insegnanti: La qualità degli insegnanti è importante in qualsiasi fase educativa, ma quando si tratta di bambini tra 0-3 anni, la preoccupazione del padre per la formazione degli insegnanti è ancora maggiore. Coloro che si prendono cura dei più piccoli (0-3 anni) devono avere almeno un certificato di asilo nido, impossibilitato a frequentare più di 8 bambini per classe quando sono con bambini fino a un anno di età. Quando si tratta di bambini di 1-2 anni, sono ammessi 13 bambini per classe, mentre 2-3 studenti possono essere trovati per classe.

3. Ideologia del centro: i genitori devono identificare qual è l’ideologia del centro e decidere se sono d’accordo con esso. L’ideologia definisce il tipo di persona che vuole essere formata e costituisce quindi uno degli elementi più importanti da prendere in considerazione al momento dell’elezione.

4. Progetto educativo: i genitori devono decidere quale progetto educativo preferiscono per i loro figli. Per questo, devono conoscere il tipo di apprendimento che avviene in classe (partecipativo, meccanico o creativo) così come gli strumenti a disposizione degli insegnanti (nuove tecnologie: lavagna digitale, ecc.) Che segneranno il modo di apprendere dello studente .

5. Livello accademico e profilo dello studente: è importante conoscere il profilo dello studente con il quale i bambini condivideranno l’aula, nonché il rapporto tra gli studenti per classe oi risultati accademici degli studenti.

6. Attività extrascolastiche: è necessario sapere se l’asilo nido o l’asilo nido hanno attività complementari che aiutano il bambino a sviluppare altre capacità oltre a quelle sviluppate in classe, purché queste non diventino un’occupazione per il bambino mentre i genitori sono al lavoro.

7. Ufficio psicopedagogico: L’esistenza di un dipartimento di orientamento è essenziale per affrontare i futuri problemi di apprendimento e ancor più per la sua diagnosi precoce.

8. Posizione del centro e ora: la situazione del centro e il programma dello stesso devono consentire al bambino di rendere la scuola compatibile con il gioco giorno per giorno senza ridurre la qualità della vita.

9. Servizi: i genitori dovrebbero anche tenere conto dello stato delle strutture del centro, vedere se sono curati e adattati ai loro figli e se il centro ha una varietà di infrastrutture che permettono allo studente di svolgere varie attività. , per molti genitori sarà importante sapere se il centro ha un servizio di percorso per coloro che non possono portare o prendere i loro bambini al centro, sala da pranzo (e la sicurezza che il menu può essere adattato ai bambini se ce n’è uno alcuni diagnosticati problemi alimentari) o attrezzature mediche che possono trattarli.

10. Visita all’asilo o all’asilo: Infine, è essenziale che i genitori visitino il centro per vedere di persona cosa è, come è il team educativo o se i loro figli sarebbero davvero gusto in un centro di quelle caratteristiche.

Fonte: L’isola dei tesori

Le offerte sui divani in pelle

divaniParlando di divani in pelle offerte, non è possibile non citare Ikea, è leader degli arredi a sofà ikea prezzo contenuto. Non c’è bisogno di distinguere tra similpelle e vera pelle se stiamo valutando dei divani in pelle Ikea. Nell’attenta ricerca di un divano per il nostro salotto ci potremmo perdere tra le centinaia di proposte in mercato. Perciò è necessario valutare i modelli che c’interessano marchio per marchio. Parlando di divani in pelle offerte, possiamo certamente dire che tra le aziende made in Italy di maggior successo c’è sicuramente Poltrone&Sofà. Come già accennato sopra, parlando di divani in pelle offerte, Chateau d’Ax presenta prodotti secondo la tradizione artigianale italiana, con cura dei dettagli e qualità dei materiali. In un articolo che parla di divani in pelle offerte, non è possibile non citare i modelli economici. Il mercato contemporaneo è molto vario e offre centinaia di soluzioni diverse. Acquistare un divano in pelle costa mediamente qualcosa in più rispetto all’acquisto di un divano in tessuto. Tuttavia è possibile acquistare un rivestimento in ecopelle o approfittare delle tante promozioni del mercato.

divani

Infatti – con il passare degli anni – il divano perde la sua lucentezza, ingiallendosi inesorabilmente. Per fortuna c’è una soluzione. Inumidisci un panno pulito, strizzandolo bene, in una bacinella con dell’acqua calda. Spruzzaci sopra un detergente per smacchiare e passalo energicamente sul divano fino a quando il giallognolo della pelle scomparirà. Prendi un altro panno bagnato di sola acqua e inizia a “sciacquare”. Alla fine la pelle del tuo divano passerà da un triste e usurato giallognolo a un lucente bianco. Nei divani di pelle scuri, neri o colorati masoprattutto rossi, la polvere è particolarmente evidente. Come pulire il divano in pelle rosso è una domanda che assilla chiunque ne abbia uno. E’ necessario passare con particolare attenzione l’aspirapolvere. Estrema cura va posta, in particolare, nell’evitare di stressare le cuciture. Passa un panno umido e – in seguito – una pezzetta immersa in acqua e detersivo. Il detersivo in questo caso deve essere scelto fra quelli dedicati appositamente ai divani in pelle colorata. La rifinizione può essere applicata su pelli pieno fiore (nelle quali si può vedere la superficie naturale del pellame) o su pelli smerigliate. Le pelli smerigliate si ottengono tramite la carteggiatura di pelli pieno fiore con una macchina apposita. Vengono usati diversi tipi di carta vetrata a seconda del bisogno: ad esempio grana 180 per pelli di bassa qualità, 600 per pelli più belle. Questa operazione si effettua su pelli con molti difetti al fine di eliminarli, pertanto le pelli smerigliate hanno un valore inferiore. Per migliorare la qualità delle pelli, viene spesso applicato uno stucco. Questo stucco, chiamato Mender, si applica a spatola per coprire i difetti che lasciano un segno profondo sulle pelli. Quando sono asciutte, le pelli vengono poi smerigliate e rifinite. Questa è la procedura normalmente utilizzata nelle concerie. Noi utilizzeremo lo stesso sistema per rinnovare la rifinizione delle pelli. LEGGERMENTE SMERIGLIATO (SFIORATO): pelli smerigliate con carta fine. Il fiore in superficie è ancora parzialmente visibile. SMERIGLIATO: pelli smerigliate in modo tale che il fiore non sia più visibile.

divano

Ci sono due grandi verità sui divani in pelle: sono tanto belli e sono altrettanto facili da sporcare. È bene quindi avere sempre a portata di mano una guida che spieghi come pulire il divano in pelle da ogni tipo di macchia. Qui di seguito troverai dei suggerimenti senz’altro utili. In generale, per pulire un divano in pelle chiara devi utilizzare un panno morbido. Se lo sporco è secco e si tratta di briciole, polvere o simili, puoi passarci delicatamente l’aspirapolvere. Delicatamente però, senza strofinare, altrimenti potrestigraffiare la superficie. Ci sono diversi divani in pelle e, quindi, diversi sono i metodi di pulizia. Proviamo a vederne alcuni. Nonostante ogni divano in pelle sia un caso a sé stante, si possono trovare alcuni consigli generali su come pulirlo. Innanzitutto, è consigliabile eseguire una pulizia completa e accurata del divano almeno due volte l’anno. In questo modo non perderà la sua lucentezza. Prima di usare il prodotto specifico sull’intera superficie del divano, va testata una piccola porzione, possibilmente poco in vista. In questo modo, ti puoi assicurare che non danneggerà la pelle.

  • Audio CD
  • 07/07/2014 Poltrone alzapersona
  • Pulizia sedili in pelle e trattamento per ammorbidire
  • 10 divani letto per il living

Ricordate che il divano in pelle offre un aspetto un po’ vintage alla stanza in cui viene inserito, sceglietelo quindi solo se non stona in modo eccessivo con il resto dell’arredamento che avete scelto. L’arredamento della vostra taverna è stato realizzato sullo stile delle vecchie case di montagna? Non vi resta allora che scegliere un divano con struttura in legno a vista accompagnato poi da morbidi cuscini. I cuscini devono essere rivestiti in cotone, scegliete un colore neutro oppure una fantasia a quadretti che sia però davvero molto delicata. Ricordate che potrebbe esservi utile un divano letto nella vostra taverna. Un divano letto a due posti si trasforma in un letto piuttosto piccolo, è vero, ma si tratta comunque di un’ottima soluzione per ospitare un amico o un parente in caso di bisogno. Considerando che la taverna potrebbe essere piuttosto umida vi consigliamo di posizionare le lenzuola nel divano letto solo al momento del bisogno, rimanendo chiuse infatti nel divano per troppo tempo potrebbero alla fine arrivare a rovinarsi. In alternativa al divano letto potete scegliere un divano con spazio contenitivo all’interno, in questo modo avete uno spazio in più per tenere sempre a portata di mano tutto ciò di cui avete bisogno mantenendo la taverna in estremo ordine.

Parole Chiave : C’era Una Volta Il “Motorino” Di Ricerca …

Nonstante ciò, manca ancora qualcosa su quanto detto da Francesco Margherita in merito al posizionamento seo e ribadito su Joomlaskin (aka francodane) in maniera fondamentale . C’è anche da considerare che il Motore non ce la fa proprio ad effettuare una ricerca sull’intero Web , ma solo sul 25% delle pagine del Web.

Con questi dati , mi pare ovvio chiamarlo il “Motorino” ( anzichè il Motore ) di Ricerca ! Tim Berners-Lee , rappresenta la rivoluzionaria trasformazione del Web in cui tutti i documenti online verranno letti dai Motori di Ricerca in modo interpretativo , mediante una logica di interrogazioni approfondite dei contenuti . La parola “ semantico” , infatti , vuol dire semplicemente “che analizza il significato delle parole” . Mi viene da pensare , dunque , che tutti i contenuti di domani dovranno necessariamente avere un grande valore intrinseco , altrimenti verranno scartati all’istante dal Motore di Ricerca !

Già immagino la nascita di un nuovo tipo di SEO , non più fondato sulle Parole-Chiave ma sullo studio semantico del contesto totale . E già vedo nella mia testa il nuovo Web 3.0 , interamente fondato sul sostanziale scambio di informazioni ricchissime che provocherà un mutamento enorme nei canali sociali che usiamo oggi . Forse nasceranno nuovissimi Social Networks che ridurranno al nulla quelli attuali .

posizionamento seo

L’indicizzazione è fondamentale, soprattutto oggi.

SEO dall’inglese “search engine optimization”, indica le tecniche e le strategie che devono essere utilizzate nella progettazione di un sito web perché questo possa raggiungere le prime posizioni nei risultati “organici” di una ricerca online. I siti internet nel mondo sono più di un miliardo, molti dei quali sono esteticamente ben disegnati, hanno contenuti interessanti, sono programmati in modo da rispondere agli standard più comuni. Eppure hanno pochissimi visitatori. Questo perché varare un nuovo sito internet oggi è come aprire un negozio in un centro commerciale in cui sono presenti miliardi di altri negozi che vendono gli stessi prodotti. O peggio è come allestire una bella vetrina in una strada periferica di un paesino di montagna sperduto tra gli Urali.

Per maggiori dettagli su Posizionamento seo https://www.francodane.it/ visitate il nostro sito. Costruire un buon sito web non basta. Oggi è indispensabile curarne il posizionamento, affinché su Google e sugli altri motori di ricerca riesca ad emergere dalla massa. Con il termine “SEO” (ovvero “ottimizzazione per i motori di ricerca”) si intendono tutte quelle attività finalizzate ad aumentare il numero di visitatori che da un motore di ricerca vengono dirottati su un sito web. L’ottimizzazione riguarda sia il codice sorgente con cui è scritto il sito web, sia i suoi contenuti (testi, immagini, documenti allegati). In Italia sono ancora poche le aziende che investono sul SEO. Questo è dovuto al grado di alfabetizzazione informatica degli investitori, che in Italia è molto inferiore rispetto ai Paesi con cui il nostro tessuto economico compete.

  • 414 Valutazione0 / 5
  • Sottomissione del disavow file
  • Domain Authority
  • 5 Elevata quantità di errori 404
  • Il volume di ricerca viene mostrato solamente come un intervallo, non è un numero preciso
  • Moltiplica le keyword,
  • Link da siti di poco conto (link farm social altre lingue comunicati stampa directory ecc)
  • Posizionamento Siti Web Mondo

La prima cosa da fare è capire dunque che tipo di penalizzazione è. Se non l’avete già fatto è opportuno collegare il sito ad un account di Google Search Console. Se è stata inferta un’azione manuale avrete ricevuto un messaggio sufficientemente circostanziato che indica la modalità dell’azione manuale e perché il motore di ricerca sta punendo il sito. Se la penalizzazione è algoritmica non avrete ricevuto alcun messaggio. Di fatto l’unico elemento che abbiamo per accorgerci della penalizzazione è la perdita repentina di traffico. In questo caso dobbiamo capire che tipo di aggiornamento ha colpito ed è naturale che qui serva informazione sul fenomeno. Google periodicamente lancia degli aggiornamenti Panda, ormai Penguin è entrato nella routine. Nel mese di marzo ha lanciato un aggiornamento, il cui effetto si è visto su tanti siti per oltre un mese. Google ha solo confermato l’esistenza dell’aggiornamento (che probabilmente ha riguardato una pluralità di aspetti), ma la comunità – desolata – non ha potuto far altro che accettare che si chiamasse Fred, come il protagonista dei Flinstones. Grazie a Moz possiamo conoscere la storia degli aggiornamenti di Google e verificare con questa la data di inizio della perdita del traffico.

Il rendimento derivante dagli sforzi compiuti nella ricerca di parole chiave sarà centuplicato. Il volume di ricerca è uno degli equivalenti metrici più importanti da tenere in considerazione durante la ricerca delle parole chiave ideali. Con tutta probabilità è la prima cosa che si controlla con gli strumenti di ricerca delle parole chiave, ed è dunque qui che si commette il successivo errore più grave. ’ordine e può comprendere anche altre parole. Ad esempio, “dove acquistare scarpe in camoscio”, “prodotto per la pulizia di scarpe in camoscio”. Vi è un’enorme differenza in termini di traffico di ricerca tra tutti questi risultati. Se non prendi in considerazione questo aspetto e fai una stima dei tuoi potenziali visitatori in termini di broad match, è probabile che otterrai risultati inaspettati e deludenti. Come evitare l’errore: nell’utilizzare strumenti di stima del volume di ricerca, evita le cifre relative alla corrispondenza estesa e alla corrispondenza per espressione. Utilizza il dato relativo alla corrispondenza esatta alla base delle tue decisioni. Un altro errore che spesso si compie sta nel selezionare parole chiave che consistono di una sola parola. È davvero difficile posizionarsi bene con termini composti da un’unica parola – sono troppo estesi e troppo competitivi.

Extension capelli: i 5 migliori tipi da utilizzare

Da quando sono state presentate per la prima volta, le extension capelli hanno vissuto una importante evoluzione. Inizialmente il risultato da loro garantito non era dei migliori, oggi invece è possibile utilizzare le extension ed ottenere al tempo stesso un effetto naturale.

L’interesse delle donne nei confronti di questo prodotto e i conseguenti aumentati volumi di vendita hanno fatto sì che venissero sviluppati numerosi tipi di extension capelli. Oggi il mercato offre una vasta gamma di prodotti fra i quali scegliere per rinnovare la propria acconciatura.

Di seguito saranno descritti i 5 migliori tipi di extension capelli da utilizzare sulla propria chioma. L’elenco non intende essere una graduatoria indiscutibile, le differenti extension saranno infatti presentate in ordine sparso, fermo restando che si tratta delle 5 migliori.

1. Extension capelli biadesive

Una delle migliori opportunità è quella delle extension biadesive. Si tratta di un metodo di recente introduzione, non apprezzato da tutte, che consiste nell’utilizzare delle strisce biadesive di circa cinque centimetri per far aderire ogni ciocca.

La durata delle extension biadesive è di circa due mesi, ma si tratta di un tempo medio, perché la durata reale dipende dalla velocità con cui i capelli ricrescono.

Le extension capelli biadesive sono un ottimo prodotto, sebbene il loro utilizzo sia sconsigliato alle donne che hanno dei capelli sottili, perché essendo fragili potrebbero rompersi.

2. Microanelli

Un’altra possibilità è quella dell’utilizzo dei microanelli. In questo caso si utilizzano dei piccoli anelli per legare le extension capelli alle ciocche naturali, la durata media di questo tipo di extension è di tre – quattro mesi.

Si tratta di un’ottima tecnica, ma non è semplice da realizzare nel modo corretto. Si consiglia di affidarsi solo a parrucchiere esperte.

3. Extension capelli cucite

Si tratta di una delle migliori e più innovative tecniche, una pratica che richiede notevole precisione e che consiste nell’andare a tessere le singole extension sulle ciocche naturali.

La durata di questa tipologia di extension per capelli è in media di due – quattro mesi, ma se si sceglie di puntare su un prodotto di qualità essa può aumentare.

4. Extension con cheratina

Le extension con cheratina sono molto famose e per essere adese usano le proprietà della colla. La durata è di circa tre – quattro mesi, oltre i quali la colla inizia a diventare fragile e a rompersi, facendo staccare in questo modo le extension.

5. Extension a clip

Queste extension capelli sono molto apprezzate perché grazie alla clip sono di facile applicazione. In questo caso non è possibile stabilire una durata media, perché essa dipende essenzialmente da due fattori: il primo è la qualità delle extension che si acquistano ed il secondo è con che cura vengono maneggiate ed impiegate.

Bologna, Per Ogni Nuovo Bimbo In Città C’è Un Albero In Più

nuovo bambinoAndiamo a scoprirlo e a farci dare utili suggerimenti da Amazon. Spedizioni da e vendute da Amazon. Potresti anche proporre di dare una mano andando a fare la spesa o con qualche piccola faccenda domestica. E se non vuoi stressare la mamma, ti consigliamo di non fare domande insistenti e discorsi su allattamento, ritmi del bambino e di non dare nessun consiglio che non ti sia richiesto. La nascita, il primo compleanno, il battesimo: tutti momenti speciali sia per il bambino sia per i genitori, per i quali esistono tanti regali adatti e originali. La dialisi e la plasmaferesi vengono utilizzate per supportare la funzione renale e facilitare l’eliminazione di sostanze tossiche dall’organismo. Quest’ultima si propone per il venerdì e il sabato con un menu à la carte e la possibilità di mangiare anche la pizza, mentre la domenica la cena sarà con menu fisso ad un prezzo abbordabile. L’entrata sarà selezionata. Il sabato invece si cambia totalmente: musica pop moderna ed house, seguita e realizzata dal brand “Cult&Pulp”.

nuovo bambino

Meglio se qualcosa da mangiare (tra ormoni in subbuglio e tempo che scarseggia, te ne sarà molto grata). Grande venditore con molto buone risposte positive e oltre 50 recensioni. E molto spesso lei non vorrà chiedere di sua spontanea volontà aiuto a nessuno. Totò Cascio frequentava la terza elementare nel suo paese, Palazzo Adriano, in provincia di Palermo, quando venne scelto per interpretare il piccolo Salvatore (Totò) Di Vita. Un’insegnante della scuola elementare Marchesi di Copparo, in provincia di Ferrara, Margherita Aurora, aveva segnalato tre settimane fa all’Accademia della Crusca una parola trovata nel compito di un suo alunno, Matteo e da lei stessa riconosciuta come errore. La causa. Nel 70-80% dei casi, spiega l’Iss, la Seu è provocata da un’infezione intestinale sostenuta da un batterio capace di produrre nell’intestino una potente tossina che entra nel circolo sanguigno e colpisce soprattutto il rene. Nel 90% dei casi segnalati, la Seu rappresenta una complicanza di un’infezione intestinale batterica causata da ceppi di escherichia coli artefici di una tossica potente. Quando si verificano casi di Seu in comunità scolastiche, scrive l’Istituto Superiore di Sanità sul proprio sito web, specialmente scuole materne e asili nido, occorre prestare particolare attenzione ad evitare che l’infezione si trasmetta ad altri bambini.

  1. Viste, 1.8 views per day, 12 days on eBay. Elevata quantità di viste. 0 Venduti, 1 Disponibili

I bambini crescono rapidamente e perdersi gli istanti dei loro primi anni è un rischio da non correre. Venditore: monymontieri (120) 100%, Luogo in cui si trova l’oggetto: Roma, Spedizione verso: IT, Numero oggetto: 292345260775 Giubbotto bambino original marines 6 anni Come nuovo ! La nascita di un bimbo, un nuovo piccolo cittadino in più, è sempre una bella gioia. Per i genitori e per i neonati il momento della nascita è sempre legato a una grande gioia. Questo dono aiuta a garantire la sicurezza e la possibilità per l’educazione, un regalo grande come il costo dell’istruzione superiore, che continua ad aumentare ogni anno. La stessa è stata pubblicata su molti siti stranieri, per lo più americani, che usano l’espressione “parental fail”, letteralmente tradotto in “fallimento genitoriale”, e raccolgono le immagini che raccontano le azioni più stupide commesse dai genitori. Popolarità – 22 viste, 1.8 views per day, 12 days on eBay.

Più precisamente un utente racconta che il genitore, ossia il padre del bimbo tatuato, di professione tatuatore, avesse portato suo figlio sul luogo di lavoro per mostrargli cosa facesse. Inoltre, oltre a portare un pensierino per il bambino (ad esempio un’originalissima torta di pannolini), perché non portare qualcosa anche alla neomamma? Ancora una volta avrete fatto centro, anche in un periodo che può essere davvero difficile! La testa del bambino, che apparentemente non ha ancora un nome, è talmente sproporzionata da essere più grande del resto corpo ed è pesante più di 2 chilogrammi. E’ una sensazione stranissima quella che sento dentro osservando questa foto; è la fine di un sogno, un promemoria grande come una casa che mi ricorda in maniera insistente che tutti prima o poi devono accettare di crescere. Il web rappresenta la più vasta e ampia fonte di informazione mentre i social network potrebbero essere degli importanti canali di comunicazione se tutti li usassero nella maniera più opportuna.

A Cena Fuori Con I Bimbi: Divertirsi Senza Tecnologia

I bambini meritano di godere di tutti questi aspetti, senza essere catalizzati da un tablet che li estranea da tutto il resto. I nostri bambini non hanno bisogno di un dialogo famigliare ridotto, inconsistente o inesistente ma di una conversazione serena e inclusiva. Non meritano di mangiare distratti ma di apprezzare quello che offre la tavola. Non desiderano genitori iperconnessi e distratti, ma presenti e consapevoli. Non devono perdere la magia del rito della tavola, ma devono viverne tutti i suoi aspetti. La vita (quella vera) è molto più interessante di qualsiasi app. Perché permettere a un intruso di rovinare il momento magico di cui abbiamo il privilegio di godere ogni giorno, a casa e fuori casa? Se siamo a cena fuori con i bambini significa che abbiamo il privilegio di essere genitori e i soldi per cenare fuori casa. Sono già due ottimi motivi per goderci la serata, tutti insieme, senza “domare” i figli con YouTube. Phone e tablet. Aderisco con grande entusiasmo a questa importante campagna e vi propongo qualche idea pratica per divertirsi a cena fuori, senza tecnologia, con i bambini. Troppo spesso nei locali vedo bambini di ogni età seduti immobili a mangiare in silenzio fissando un punto. Mi chiedo come mai siano così silenziosi e regolarmente scorgo davanti a loro uno schermo che li strega, li fa stare “zitti, fermi e buoni”. Ma che senso ha? Da quando noi genitori ci siamo convinti che un video sia meglio della famiglia che abbiamo creato? Che una app possa prendere il nostro posto a tavola? Perché deleghiamo fino a questo punto? Perché non cogliamo gli aspetti – anche faticosi – dell’essere genitori e li trasformiamo in occasioni per essere felici? Basta trovare scorciatoie, basta far credere ai nostri bambini di essere così difficili da dover essere scaricati ad un device tecnologico. La vita, le persone, il cibo e una tavola ben apparecchiata sono gli ingredienti magici di una cena di famiglia.

Chiacchierare con i bambini è meraviglioso, soprattutto con i nostri figli. Anche quando sono piccoli e dicono cinque parole. Il dialogo a tavola, luogo privilegiato per il confronto, anche fuori casa, aumenta l’autostima dei bambini e li aiuta a sviluppare un rapporto positivo con il cibo. Sono seduti a tavola con noi e meritano di partecipare alla conversazione. Leggere il menu insieme è divertente, soprattutto se riusciamo a individuare ingredienti come il “Puzzone di Moena” (se siamo in Trentino) o gli Strozzapreti. Dopo aver fatto l’ordinazione, è arrivato il momento di trovare tre cose belle e tre cose meno belle del locale in cui ci troviamo. Ognuno può dire la sua, dalle tende alle scarpe del cameriere. Possiamo anche fare un salto in bagno per controllare se hanno appeso il gancio per la borsa (una vera rarità!) e approfittarne per lavarci le mani. Naturalmente il lavoro del critico gastronomico continua quando viene servito il cibo, con assaggi reciproci e valutazioni su qualità, quantità, colore, gusto, impiattamento. Si mangia anche con gli occhi e con il cuore! I bambini che scrivono posso fare una tabella con i voti dei singoli piatti per poi calcolare il piatto vincitore. L’attesa si fa lunga? Possiamo inventarci un sacco di cose belle da fare a cena fuori insieme ai bambini, senza delegare tutto a iPhone e tablet. Faremo un enorme regalo a loro e a noi stessi.

Al giorno d’oggi sembra impossibile tenere i bambini lontani dalla tecnologia. Smartphone, tablet, computer e internet sono entrati a far parte della routine di ogni famiglia. Il rapporto con questi strumenti si è ulteriormente modificato con l’avvento del touch screen: anche i bimbi più piccoli riescono ad interagire semplicemente toccando lo schermo con un dito. Luigi Gallimberti, psichiatra di formazione psicoanalitica e tossicologo medico, ha cercato di capire in che modo le nuove tecnologie influenzano lo sviluppo dei bambini. Ninna nanna”, in collaborazione con i medici pediatri APREF, che rileva le abitudini del sonno dei bambini in età pediatrica. Sono stati presi in esame i questionari riferiti a 710 bambini da 1 a 5 anni residenti a Padova e provincia. E’ emerso che il 18% dei bimbi gioca con smartphone e tablet tutti i giorni. Il 20% guarda cartoni animati (anche in streaming), da 5 a 7 volte a settimana, più di 2 ore al giorno. Quali sono le conseguenze? Questi bambini hanno maggiori disturbi del sonno e dormono meno di 8 ore a notte, tendono a non rispettare le regole e sono più capricciosi, disobbedienti e meno aperti alle relazioni sociali.

Ormai usa con disinvoltura Youtube sull’iPad ed è in grado di cercarsi i video nella cronologia, stopparli, tornare indietro, scorrerne altri, rimetterli e così via. Guardandola mi vengono spesso in mente atteggiamenti abbastanza severi di altri genitori che tendono a reprimere i figli piccoli quando iniziano ad appassionarsi ad oggetti tecnologici, magari costosi. Pur non essendo un “educatore” sono comunque un genitore (con una certa esperienza in campo hitech), ed in quanto tale vorrei condividere invece alcune riflessioni a favore dei bimbi. Un bimbo non conosce il concetto di denaro, quindi l’iPad (per fare un esempio) è solo un oggetto che lo attira per i suoni e le immagini che emette. I dispositivi portatili sono una alternativa migliore della TV, perchè i bimbi non stanno sempre seduti come ebeti nello stesso punto della stanza (il divano) a guardare per ore un altro punto della stanza (la tv). I dispositivi portatili se li portano dietro, vengono vicino a noi, smettono, li riprendono. Sono più attivi insomma. Si abituano ad ascoltare più lingue, a capire che il mondo è un po più grande della loro casa. L’oggetto hitech di oggi sarà un marchingegno antidiluviano domani, tutto è relativo. Certo, il tutto va gestito con particolar attenzione posta sul fatto che non ci siano eccessi. Ed obiettivamente si va incontro a delle controindicazioni. Non li distrai più col pupazzetto o guardaluccellino. O hai un iPhone connesso in 3g o in Wifi per accedere a internet o sono dolori. Mai lasciare la tavoletta del water alzata quando girano per casa con un iPhone in mano.

La ricerca si è rivolta anche a bambini più grandi, di età compresa tra gli 11 e i 13 anni. Il 20% ha dimostrato di avere un uso problematico del telefonino. Un ragazzino su 3 usa il cellulare per regolare il proprio tono dell’umore. Che riflesso ha tutto questo nella loro vita? Hanno un minor rendimento scolastico, sonno disturbato (meno di 8 ore) e iniziano a sperimentare sostanze stupefacenti prima dei coetanei. Secondo gli esperti, il segreto per proteggere l’equilibrio mentale dei bambini è racchiuso in un sonno regolare unito alla lettura di tanti libri. Sul tema, il Settore Servizi Sociali organizza il ciclo di incontri “Tecnologie digitali e infanzia”, presso la Sala Consiliare di via Guasti, via Guasti, 12 – Padova. L’uso della tecnologia e la Generazione Z con Luigi Gallimberti, psichiatra di formazione psicoanalitica e tossicologia medica. Insegna Promozione della salute all’Università degli Studi di Padova e Sonia Chindamo, psicologa ad indirizzo psicodinamico, presidente dell’associazione “Genitori attenti”. Quando si affida un tablet o un qualsiasi dispositivo tecnologico nelle mani di un bimbo bisogna tenere conto di molti aspetti. L’uso della tecnologia da parte dei bambini in età prescolare è molto dibattuto, specie quando riguarda alcuni momenti delicati come quelli dei pasti. Lo sappiamo bene che la maggior parte dei bimbi a tavola si annoia. Per questo motivo molti genitori sono soliti concedere il proprio smartphone o altri dispositivi come tablet o pc per farli giocare. Questa è sicuramente una scelta di comodità per il genitore perché il bambino si distrae, pone l’attenzione in qualcosa che lo diverte e non disturba i commensali. Bisogna però fare molta attenzione a come viene utilizzato lo strumento, per evitare di trasformarlo in un’abitudine dannosa. Quali sono le conseguenze del telefono a tavola? Molti esperti concordano: l’utilizzo della tecnologia a tavola può condurre ad abitudini poco sane. Innanzitutto l’utilizzo dello smartphone o del tablet durante i pasti sottrae al bambino preziose occasioni di dialogo e di socializzazione. Ciò lo aiuterà ad accrescere l’autostima e a comunicare con le altre persone.

Babywearing…come Portare Bene Ed In Sicurezza Parte 1 : Gravidanza E Neonati

Oggi mi hanno chiesto un piccolo volantino per una mamma per spiegare brevemente come portare e la differenza tra le varie fascie e marsupi, così ho pensato ad un bigino del babywearing! La fascia rigida può aiutare a sostenere il pancione con legature specifiche, in questo modo si inizia a prendere confidenza con la fascia e coccolarsi! Premetto che sono indicazioni generiche, che ognuno ha le proprie esigenze e necessità e che è bene rivolgersi a consulenti esperte per scegliere il supporto o la legatura più adeguata a voi! Anche qui si parte con il triplo sostegno o legature con almeno due strati di stoffa a sostegno della schiena. Sicuramente in estate è un’opzione più fresca dell’elastica, non ha limite di peso anche se poi con la crescita si tende a cambiare supporto in base alle esigenze del momento! In entrambi i casi elastica o rigida: appena i bambini crescono iniziano a voler guardarsi in giro, la legatura triplo sostegno diventa troppo costrittiva…è ora di cambiare legatura e nel caso dell’elastica anche supporto! Aggiungo una cosa molto importante, la fascia non è di per se ergonomica! Usare la fascia non è difficile e non è difficile imparare, ci sono molti tutorial sul web, oppure le consulenti che vi aiutano dandovi supporto e magari anche una fascia in prestito per provare prima di acquistare! Marsupi e maitai per i neonatini non sono molto indicati in quanto non forniscono il sostegno migliore alla schiena ed al capo, inoltre prevedono che il bambino abbia una buona apertura delle gambe ( cosa che i neonatini non hanno).

Chiropratici hanno utilizzato la terapia ad ultrasuoni dal 1940 per il trattamento di lesioni e ridurre il dolore acuto e l’infiammazione. Come più ricerca diventa disponibile sui benefici della cura chiropratica durante la gravidanza, molte domande rimangono circa la sicurezza di utilizzare la terapia ad ultrasuoni per le donne in stato di gravidanza. La terapia con ultrasuoni utilizza onde sonore ad alta frequenza per produrre calore che agisce come una forma di micro-massaggio. Questo calore aiuta a ridurre gonfiore causato da lesioni alla schiena e al collo, artrite e fibromialgia. Dolore alla bassa schiena e gonfiore alle caviglie sono disturbi di gravidanza più comuni che possono essere aiutati con l’ecografia. Ultrasuoni chiropratica si differenzia dalla ecografia tradizionale usato durante la gravidanza, che è pensato per causare basso peso alla nascita e parto pretermine dopo un uso ripetuto. Secondo Chiropratica Dr. Greg Stern, terapia ultrasonica opera su una frequenza tanto più bassa, il che rende più sicuro da usare. Una causa di preoccupazione tra i critici è la zona da trattare assorbe l’alta temperatura, tra i 104 ei 114 gradi Fahrenheit. Questo aumenta la temperatura locale della zona, che potrebbero avere effetti dannosi sia per la madre e il suo feto in via di sviluppo. Ci sono diversi approcci quando si utilizza la terapia ad ultrasuoni. La quantità di tempo ultrasuoni viene somministrata può essere ridotta, da 10 minuti a cinque. Non ci sono stati problemi registrati causati dalla terapia ad ultrasuoni nelle donne in gravidanza. Tuttavia, la sonda ecografica deve mai essere utilizzata nel feto o in prossimità dell’utero. Utilizzare solo la terapia ad ultrasuoni di tanto in tanto durante la gravidanza e solo quando è necessario.

Indossare la cintura di sicurezza se sei incinta è un beneficio, un intralcio o un rischio per il tuo bambino? Ecco alcune informazioni e consigli sull’utilizzo della cintura di sicurezza in gravidanza durante i viaggi in automobile. In gravidanza il corretto utilizzo della cintura di sicurezza non presenta rischi e risulta efficace nel ridurre le conseguenze di un incidente, sia per te che per il tuo bambino. Esistono, infatti, studi che sostengono che se non si utilizzano le cinture di sicurezza, il rischio è aumentato! Molte donne incinte chiedono al ginecologo un certificato di esenzione che le autorizzi a non utilizzare la cintura di sicurezza in automobile. La normativa vigente, infatti, prevede l’esenzione dall’obbligo di indossare la cintura per le donne incinte sulla base di certificazione rilasciata dal ginecologo curante che comprovi condizioni di rischio particolari conseguenti all’uso delle cinture di sicurezza (Legge 4 Agosto 1989, n. Come indossare la cintura di sicurezza? Il mio consiglio, perciò, è di utilizzare la cintura di sicurezza. Non dimenticare però di parlarne con il tuo ginecologo. Lui sicuramente ti fornirà indicazioni più specifiche per il tuo caso! Indossi la cintura di sicurezza in auto? Pensi sia particolarmente fastidiosa? Raccontami la tua esperienza qui sotto, nei commenti.

Alimentazione e gravidanza Durante la gravidanza l’organismo deve far fronte non solo ai fabbisogni nutritivi della mamma ma anche alla regolare crescita del feto. Una corretta alimentazione quindi costituisce uno degli aspetti di maggior rilievo per vivere al meglio questo momento. Lo scopo di questo opuscolo è quello di fornire semplici norme di condotta alimentare al fine di evitare preoccupazioni infondate e vivere al meglio l’aspetto nutrizionale in gravidanza senza ricorrere a rinunce eccessive ed inutili. La gravidanza è un momento di grande importanza per la famiglia e deve essere vissuta con il massimo della serenità. Si tratta però di una fase molto particolare per l’organismo. Nella donna in stato di gravidanza si verificano infatti una serie di cambiamenti ormonali che provocano effetti anche sul sistema immunitario, aumentando la sensibilità, e riducendo quindi la capacità di resistenza alle malattie infettive (anche di 20 volte!). Adottare quindi una alimentazione corretta e sicura è di fondamentale importanza! Se la gestante si sente bene e l’attesa procede in modo fisiologico, viaggiare in gravidanza non presenta controindicazioni e rischi particolari. Anzi, può essere un’esperienza piacevole e rilassante per i futuri genitori, a patto che si usi il massimo buon senso e si seguano le eventuali raccomandazioni del proprio ginecologo o dell’ostetrica. Il rischio di aborto spontaneo è più basso che nel primo trimestre e la probabilità di un parto prematuro è scarsa. In questa fase della gestazione, inoltre, la maggior parte delle future mamme ha superato la fase più difficile dal punto di vista delle nausee e della sonnolenza, recuperando energia e appetito. La pancia ha ancora dimensioni più o meno contenute, e non grava eccessivamente su schiena e caviglie. Se si sceglie l’auto per viaggiare in gravidanza, è importante allacciare le cinture di sicurezza, che, se usate correttamente, non rappresentano un pericolo per il nascituro. L’articolo 172 del Codice della Strada prevede infatti, per le future mamme, l’esonero dall’uso delle cinture di sicurezza solo “in condizioni di rischio particolari”, che devono essere certificate dal ginecologo.